lunedì 5 ottobre 2009

doveva farlo l'assessore, no, il sindaco , non è vero ,doveva faro il vicesindaco, e' colpa della regione, e' colpa del presidente della regione, no ,e' colpa del vicino e del vicino del vicino,..si passano la colpa a vicenda, non e' colpa di nessuno e intanto la gente comune muore, muoiono i bambini, i ragazzi sepolti da mattoni o fango, Il comune accusa la Provincia, la Provincia la Regione, la Regione il governo e per buon conto anche l’Unione europea. . L’unica cosa certa è che i lavori di messa in sicurezza  non sono mai partiti. l'alluvione (annunciata e costruita, giorno per giorno, dall'incuria amministrativa locale)come del resto  l'incuria dell'amministrazione abruzzese per non aver fatto i dovuti controlli, nonostante le denuncie dei cittadini.
Il capo dei vigili: "Chiesi 120 demolizioni, non ne hanno fatta nessuna".
ma voi messinesi non potete dare dell 'assasino alle persone che due anni fa vi avevano avvisato del pericolo, che due anni fa avevano stanziato per voi una generosa somma di euro, quella parola usatela a chi sta  vicino a voi, a quelli che hanno dato i permessi per costruire le case ,a quelli che  si sono presi i soldi e non hanno fatto nulla.


una preghiera per quelle persone che non sono piu' accanto a noi

Nessun commento: