martedì 18 agosto 2009



e questi mesi estivi sono pieni di sorprese
la sorpresa di oggi si chiama Aparna .ci siamo conosciute anni fa virtualmentea attraverso gruppi di scrap , ogni tanto ci si sentiva con un'e.mail e Sono anni che ci rincorriamo per conoscerci ; finalmente quest'anno siamo riusciti trovare la giornata giusta.
Ogni anno Aparna passa qualche settimana qui in Italia e caso vuole che sua suocera abita proprio a poca distanza da Valenza.
Detto fatto ,tra un sms e l'altro ,, sono arrivata ,
dove sei,ti aspetto vicino al cancello,,,,siamo riusciti a trovarci e abbiamo passato la mattinata insieme come due amiche che si conoscevano da tempo, sedute al tavolo della cucina, tra la suocera che faceva la salsa, la piccola bionda nipote che ci faceva vedere le sue foto, la bellissima figlia che entrava e usciva dalla cucina ,il figlio Giacomo tutto rannicchiato sul divano, al fresco che si guardava un cartone animato...
e che vi devo dire? e' delicata in foto come lo e' di persona, non e' minuta come immaginavo, e parla perfettamente l'italiano,una persona sincera e discreta.

Ci siamo lasciti con un abbraccio con la promessa di ritrovarci il prossimo anno.


un piccolo pensierino per Aparma

3 commenti:

marypoppins ha detto...

una sorpresa dolcissima vero??
vi auguro tanto di rincontrarvi e per il momento buona giornata ....qui afosissima!!
Mary

Piero. ha detto...

Beh, visto che faccio suonare il campanellino da 5 minuti ti lascio anche un commento. Ma come fai ad immaginare il fisico di una persona? Te lo chiedo veramente Erre, cosa ti fa pensare nelle parole scritte un aspetto fisico grosso o minuto? Io come sono nelle parole per te? Sottile o corpulento? Ciao, l'omettino.

Piero. ha detto...

Scrivi troppo poco di certi argomenti e sono fatti tuoi; non possiamo essere tutti aperti, disponibili e chiaccheroni fino all'eccesso. E' così che le Erre54 vengono fuori in tutta la loro smagliante bellezza. Io per esempio so che ogni 100 post sull'uncinetto e sui lavori a maglia c'è n'è uno, esemplare, sulla metafisica del pomodoro o sulla religiosità della zucchina.
ed io che sono un bietolone me ne compiaccio. Ciao