giovedì 30 ottobre 2008


e sono ben contenta di aver avuto " UNA SOLA MAESTRA "
nel mio caso , una suora, si perchè , frequentavo una scuola privata..oibò.direte voi ,ma guarda quella ,frequenta le scuole private ..spiego spiego, ero in una scuola privata ,ma non perchè figlia di benestanti, ma perchè i miei genitori gestivano un negozio e i pargoletti, io e mio fratello, dove dovevano stare fino alle 6 di pomeriggio? quella era l'unica scuola dove potevamo stare fino alle 6 di sera , e avolte , stavamo li ,anche per la messa delle 6 ,il vespro.C'era la suora che insegnva musica, ma li,aime' non sono potuta andare, costava.
La mia maestra era Suor Carla. alta, molto severa.Della maestra ho un bellissimo ricordo, anche se mi riprendeva molto spesso..ebbene si ero piuttosto vivace. la maestra delle elementari,quasi una seconda mamma, e la mamma, e' una sola,.quella che ti consola quando i primi giorni devi affrontare i tuoi piccoli ma per te, grossi primi problemi , quella che ti prende i braccio in un momento di sconforto, quella che ti sgrida quando ce n'è bisogno, quella che tu sai ,che quando hai bisogno dici " msestra? e lei e' li.sempre lei ,un punto di riferimento , sempre con il suo viso assicurante ,sempre lei .
la scuola era accogliente, in un edificio giallino, aveva un cortile con una pianta di rose rampicanti gialle, un albero ed una grande scalinata, dove a fine anno favevamo la classica foto con tutte le 5 classi elemntari.
il lungo e silenzioso corridoio 'dell'ingresso , con piastelle rosse e crema a quadri esagonali, il profumo della refezione con i lunghi tavoli , dove al pomeriggio le suore ci servivano pane e miele, o pane e marmellata, del corridoio della lavanderia, che profumava di perborato , di pulito, con il bucato steso , dove noi correvamo a nasconderci,quel profumo lo sento ancora oggi .

questo e' un augurio perchè possa tornare ancora il maestro unico, quello che a dstanza di 45 anni, ti fa ancora ricordare quello che hai imparato , che hai imparato adagio e bene e non finiamo qui, perchè deve arrivare l'altra maestra e non ho piu' tempo, quel maestro che ti ha insegnato a scrivere in corsivo, passando banco per banco e non quella che, a casa durante le vacanze di Natale imparate a scrivere in corsivo, si perchè si ha fretta di finire tutto quel programma e allora si va in fretta e le materie volano, i dettati,i temi se ne fanno pochi perchè meglio fare le ricerche a gruppi , la grammatica non si sa, non c'e più tempo per studirla ben, , bisogna fare le addizzioni con il regolo, e non piu' alla lavagna, bisogna fare le sottazioni con tutte le palline..bisogna bisogna fare ma non ce tempo perchè arriva l 'altra insegnante..e cosi il pargolo va di fretta , impara in fretta e non si ricorda nulla..
il mio pargolo ha avuto tre maestre, uno sfacelo, si trovava bene solo al doposcuola, dove regnava sempre un unica maesta adorata dai pargoletti.

Nessun commento: