domenica 31 gennaio 2010

Ci si alza al mattino presto, ore 6 e si prepara ua cioccolata fumante per il gentil figliuolo che va a ciaspolare lassù tra i monti della Valle D'Aosta; tu resti a casa perchè
oggi e' San Massimo, festa del Patrono della città , e si va a cantare la Messa Solenne celebrata dal Vescovo  in Duomo,


Si guarda dalla finestra la macchina che parte,uno sguardo ,con la tazza di caffè in mano, a quella luna che sbuca tra i rami spogli di quel giardino difronte a casa.
E' una domenica come tante altre, si ha tempo di fare questo e quello con calma; intanto la torta cuoce piano piano,

ti giri attorno in questa casa che sembra ormai disastrata: hai smontato tavolo e libreria, 

hai aiutato ha staccare quel palquet che si era alzato, si rifa' il tutto


..ma l'uomo del palquet dice" ma signora non possiamo mettere il palquet se c'è quell'angolo umido, e allora si chiama l'uomo dell'acqua , che subitissimo arriva; incomincia a rompere il pavimento, e buca e scava,di acqua e  di petrolio non ne abbiamo trovato , in comprenso abbiamo un bel buco in sala 


e cosi gia' che ci siamo, ci sono gli incentivi per la casa, sconto del 55% , cambiamo i serramenti che si stanno per rompere. Siamo accampati cosi da un mese, nell'attesa che il signore dei serramenti arrivi dall'argentina, che il  signore del palquet arrivi dopo che hanno messo i serramenti, che il signore dei  mobili passi a prendere le misure dopo che hanno messo il palquet,che il signore delle antenne mi sposti i fili della parabola, si perche', gia' che ci sono, cambio sistemazione della sala
 Intanto si lavora all'uncinetto per fare collane all'amica che un giorno ti dice"Mi fai una collana cosi? "

 





si lavora ai ferri per fare uno scaladacollo ,perchè , sempre la tua amica ,ti dice " mi fai uno scldacollo come il tuo?


..e vuoi non farlo?sono bravissima
buona domenica

1 commento:

Federica ha detto...

Che brava e che pazienza!