sabato 5 dicembre 2009

C'è un' aria pulita , sana , quella che da ieri  si respira camminando  in questa piccola città.

la pioggia ha spazzato via  quella nube grigia che poggiava da giorni sulle nostre teste, ha ripulito da snog e affini, ha dato al cielo quel suo colore azzurro anche se da lontano nuvole grigie sono appoggiate su quelle montagne distanti da noi. Si sente il fischio del treno, il rumore del treno sulle rotaie, quel treno che passa distante da questa casa ma che sembra passare a pochi passi, lo sento e quando si sente il treno, si dice vuol dire che il cielo e l'aria sono puliti, si respira  ;e' bello camminare cosi, con le foglie secche e a volte ancora  bagnate che ricoprono i marciapiedi e tu, come una bambina,ti diverti a sollevarle perchè ti piace quel rumore, svisss , sgrisss  ...  cammini e cammini  e ti ritrovi a fare il giro di mezza citta'
si stende i bucato fuori e lo ritiri profumato, quel profumo di pulito, guardi i fiori sul balcone, guardi quell'unico fiore di buganvillea ancora li, che non se ne vuole andare,non vorresti mai rentrare in casa , ma devi fare gli scaldacolli in pile perchè da domani ritorni a camminare .si va alle Cinque Terre, si percorreranno quei sentieri piccoli in mezzo alla vegetazione marittima, di qua, la montagna, e di là, il mare ...sarà una bella giornata, tempo bello, tempo mite , non si sà ma sarà bello ugulmente, perchè ti fermerai come al solito a guardare queste meraviglie che sono li, a farsi ammirare , senza chiedere nulla, forse un po di rispetto, ti fermerai a pranzare in qualche angolo al sole ,e mentre mangi guardi il colore azzurro del mare  laggiu' ,guardi il verde dei pini marittimi, delle ginestre , dell'erica lassu',ti rotroverai a pensare a tutto e al nulla, perchè in queste ore ,si dimentica tutto si pensa al bello e basta ....