sabato 20 dicembre 2008


a pensarci bene , sono sempre stata sola, da bambina, da ragazza, da adulta..un perche ci sarà.
bimba mica tanto facile facile, secondogenita, quella che tanto lei e' furba se la cava, quindi tutto fai da te, chiedi mai niente a nessuno e che nessuno ti faccia domande al mattino presto , prima di andare a scuola, rannicchiata in quell'angolino vicino al termosifone, perchè hai freddo, guai a chi cerca d farti cambiare idea su cosa devi mangiare la, dalle suore a mezzogiorno e poi zitta zitta inforchi la bicicletta blu, con la cartela in spalle e te ne vai a scuola , dove mica ti danno pace ,ma tu rendi pan per focaccia, ancora adesso qualcuno ha qualche segnetto sul viso,amici e anche fratello,
ragazza, quella piccola, smilza , carina quanto basta, in mezzo ad una nuvola di bonacce super dotate ,loro sempre attorniate da ragazzi, tu no , solo amici e basta, che frequenti persone ricche,non soloper denaro, ma quelle sopratutto ricche di cuore, che ti danno quell'istruzione e ti fanno capire il bon ton, quando ci vuole e quando non ci vuole, che ti fanno appezzare le cose belle, quelle che per tutta la vita saprai riconoscere, tu che a scuola vai cosi cosi , perchè ti sta antipatico il vicepreside, mica una prof, no, tu punti in alto e cosi vieni anche stangata..ma tu, hai le spalle pesanti, tanto che studiare cose complicate ti piace,incominci a studiare ma non puoi, a casa a lavorare perchè hanno bisogno di te.ma mica ti dai per persa, ti iscrivi ad una scuola privata, studi lingue e poi dai lezioni, perchè ti senti indipendente da tutti
spalle grosse, che ti consento per anni di sopportare da sola molti carichi pesanti,, carichi rivolti indirettamente a te , ma chi ti lasciano uno strascico pesante.
mille amici , mille persone , ne conosci tante , e ne conoscerai ancora, ma sei sempre sola , perchè forse ti piace cosi, ti fai autocritica, ti compiaci, ti elogi ,ti mandi anche a quel paese, mica facile la ragazzina anzi la donna ..ma lei e' cosi rimarrà sempre quella dai pensieri sparsi , che fa , dice, disfa pensa e ripensa in quella testa ,,,

2 commenti:

giorgio ha detto...

Senti, ragazzina diventata donna, hai cominciato ad amarti per davvero, per quello che sei, con tutte le tue differenze dal resto del mondo? L'hai capito finalmente, te l'ha mai detto nessuno che vai bene così come sei e che sei una donna che può amarsi ed essere amata per quello che è? Mi fa incazzare se tutta la tua grande capacità di amarti e di amare va sprecata. Quindi rimboccati le maniche e àmati, àmati e àmati.
Giorgio, con affetto.

Erre ha detto...

ti rispondo di la