lunedì 21 aprile 2008

"Simona Ventura rivela:
voglio un uomo normale e una vita tranquilla"
Cara signora Ventura come fa
a trovare un uomo normale se frequenta solo il Billionaire o l' Holliwood dove di persone normali non se ne vedono ?
come fa a trovare una persona normale se non frequenta le palestre normali.dove le donne e gli uomini hanno la t.shirt , pantaloncini e tuta comprata al mercato quindi non firmati?
come fa a trovare un uomo normale se non prende mai un il treno o bus per i suoi spostamenti ?
come fa a trovare un uomo normale se non va in vacanza con i suoi piccini in una semplice pensione o albergo in una località' della Romagna frequentata da famiglie normali
perchè lei va solo sin costa smeralda?
come fa a trovare un uomo normale se non prova a vivere con 1200 euro al mese?
vuole essere normale x accudire di Più' i suoi figli visto che li sta trascurando? Bene, allora incominci a starsene a casa come una normale donna dei nostri giorni. Come una normale donna dei nostri giorni che si alza alle sei per avviare casa accudire i figli che vanno a scuola e il marito,che va al lavoro.
una normale donna che fa il bucato e e che stira E, non meno importante, intorno a metà mese cominciasse pure a pensare come fare per arrivare al prossimo stipendio perché ormai di soldi non ce ne sono più.
ma perché poi noi dobbiamo scrivere sui nostri blog la nostra rabbia?
ma perché dovete sempre offendere la gente normale con queste vostre interviste idiote.

3 commenti:

Marevan ha detto...

Erre, lo sai che ti adoro vero ??? Dici sempre quello che penso anch'io !!

Ammiragliok ha detto...

forse non è questa la normalità che anela la ventura, certo che trovarla nei posti che frequenta lei, come dici tu , è veramente dura

mistral ha detto...

Ci voleva proprio un po' di sana e semplice verità, detta in faccia a chi non ha nemmeno la vaga idea di come sia "normale" vivere cercando ogni santo giorno gli espedienti per provare a mettere in tavola qualcosa di nutriente per la propria famiglia, di come sia aberrante fare la spesa ripetendosi a mente:"questo ora no, non ce lo possiamo permettere, magari il prossimo mese!".
Sono diversi giorni che vengo qui,mi piace leggerti e mi ritrovo quasi sempre concorde con ciò che dici.Credo continuerai ad essere per me fonte di letture mattutine.
A presto