mercoledì 31 dicembre 2008


Buon Anno a tutti voi che ogni giorno passate dal mio blog , persone conosciute e non ,ma persone care, grazie a chi ha commentato, grazie a chi mi ha mandato un seplice pensiero e augurio
Grazie di cuore e che sia per tutti un anno di speraza e di pace
un affettuoso abbraccio
MRita
.

martedì 30 dicembre 2008


tempo fa , dopo i soliti auguri di buon compleanno , ho detto
-ti auguro tanta felicità
- No ,felicità e'una parola troppo grossa, mi basta essere sereno

e io ho saputo solo dire :va bene, tanta serenità allora
da quel giorno misuro sempre la parola felicità
forse ha ragione lui,se oggi si e' sereni, si e' già raggiunto una bel traguardo

quando c'è neve fresca,,



queste giornate di tutto fai niente,ma tutto fai, queste giornate dove ti prendi il lusso di dormire un oretta in piu', dove finalmente hai tutto il tempo a disposizione per stirare la biancheria che stava li da giorni,giusto stiravi il necessario, dove hai trovato il tempo per sistemare bene tutti gli armadietti e cassetti della nuova cucina, questi giorni lunghi, passati in casa, perchè ci stai bene, visto che sei sempre di corsa, giornate piene di "mi prendo 5 minuti e mi leggo il giornale tranquilla", qualche catenella in più ai tuoi lavori di uncinetto e poi finalmente ti dedichi alla tua stanza,quella dove ti coccoli tra carta feltro, bottoni nastri e tutto quello che hai comperato che ti piace, ti riguardi con calma i regali spediti dalle amiche , appendi tutti i cartoncini e le lettere che ti hanno spedito, li metti li appesi su quel quadrato di sughero, cosi quando passi dai una sbirciatinai.;si sta bene a casa in questo periodo,stai bene perchè sai che non dura molto questa tranquillità, quindi cerchi di godertela tutta; ascolti la tua radio in cucina mentre prepari con calma,pranzi e cene, ,dedicandoti a fare qualche piattino sfizioso; giornate di pensieri sempre, quelli non mancano, dove pensi che fra qualche giorno e' passato un anno, un anno bello? brutto? ma !!non tiri le somme o non le vuoi tirare..e' passato ..punto e basta, baci bacini di fine anno..con amici e poi ti prendi la tua serata al primo gennaio per andare a sentire il concerto di capodanno..tutto nella norma , tutto uguale da anni.
foto Mike Jones

lunedì 29 dicembre 2008

NON POTEVO ARMI SFUGGIRE UN NOTIZIA OSI GHIOTTA :

I francesi non ce la fanno più: basta con Carlà, riprendetevela

- «Ça suffit!», ossia basta, è l'espressione che in questi ultimi giorni del 2008 circola sempre più frequentemente in Francia a proposito di Carla Bruni, che i connazionali cominciano a guardare con sospetto e irritazione. Finiti i tempi in cui il sorriso dell’ex top model bastava a incantare decine di milioni di cittadini d’Oltralpe. Adesso Carla Bruni sembra un personaggio sopra le righe, con quella sua propensione a materializzarsi ovunque. Come una star.

IL RESTO LEGGETELO QUI

PS:"Mi spiace ma noi Italiani abbamo fatto la raccmandata senza ricevuta di ritorno

domenica 28 dicembre 2008


ho intravisto lei, dalla faccia si vedeva che si era appena alzata, dalla faccia direi ,ne sono sicura, l'ora e' quella ,che era appena uscita da casa sua, sempre con il suo passo non femminile entrava nel bar, giro l'angolo e la vedo azzannare un croissant ? ..azzzzzz ma le amanti quando si alzano al mattino non fanno colazione con il loro caro? ..io imbocco te, tu imbocchi me
sono cambiate anche loro

porta candela

QUANDO HO VISTO QUESTA GHIRLANDA HO PENSATO CHE ERA FATTA CON IL CARTONE DELLA CARTA IGENICA.PROBABILMENTE E' FATTA CON UN NORMALE CARTONCINO ... PERO' SI PUO' PROVARE CON IL CARTONE DA ME CITATO..
PROVARE PER CREDERE

qui il tutorial

sabato 27 dicembre 2008



Natale qua e la nella mia casa


Non hanno nemmeno alzato il telefono per dire " BUON NATALE "
l'ho fatto io


53,,tanti sono questi bigliettimi molto semplici,con i fiocchi gentilmente tagliati da Marcellacon a sua craf robot,all'interno la mia foto e la scritta Buon Natale

venerdì 26 dicembre 2008




Tu, neve scendi ancor

lenta

per dare gioia ad ogni cuor.


E' Natale: spunta

la pace santa,

l'amor

che sa conquistar.


Tu dici, nel cader,

neve:

"Il cielo devi ringraziar!


Alza gli occhi,

guarda lassù:

è Natale!

Non si soffre più!"


Quel lieve tuo candor

neve

discende lieto nel mio cuor.


Nella notte santa

il cuor esulta

d'amor:

è Natale ancor.


E viene giù dal ciel

lento

un dolce canto ammaliator


che ti dice:

"Spera anche tu!

E' Natale:

non soffrire più!"

Tu, neve scendi ancor

lenta

per dare gioia ad ogni cuor.


questa e' la versione che cantiamo al coro



Swap magico Natale



Swap tirolese, finalmente spedito con un ritardo che non si dice..pero' sarà sicuramente un regalo inaspettato da parte del destinatario, credo che aveva perso le speranze di riceverlo .. ma meglio tardi che mai.. non bisogna aver fretta e dar fretta in queste cose che sono un opzione in piu' del nostro quotidiano

ps: ecco il contenuo del pacchettino in basso a sinistra





e potevo non accontentare il gentil figliuolo nel giorno del suo onomastico?
e
cosi oggi lasagne e tiramisu.... mica tanto leggero questo pranzo ,ma tanto poi c'è la penichella

giovedì 25 dicembre 2008


E devo ancora preparare le lasagne per domani ..
E tra me e me dico:
ma non potevi prepararle prima?
no..ozio ozio pomeridiano del Natale


foto Gin_able


Quel lieve tuo candor, neve,
discende lieto nel mio cuor.
Nella notte santa il cuor esulta
d'amor, è Natale ancor.

E viene giù dal ciel lento,
un dolce canto ammaliator
che ti dice "Spera anche tu."
È Natale, non soffrire più.

Oh...oh oh oh oh

E viene giù dal ciel lento,
un dolce canto ammaliator
che ti dice "Spera anche tu."
È Natale, non soffrire più.

lunedì 22 dicembre 2008






un cuore e un pacchetto per la mia amica Silvia

uncinetto, cotone speciale e nastrino Roberta De Marchi
Un pacchettino ino ino e il suo contenuto
una candela profumata che potete trovare
qui




zitta zitta,conta fino a dieci 1-2-3-4-5-6-7-8-9-10-..ecco , ecco, solo poche parole , piano piano...si ora puoi
" Ma cosa vuoi che mi ricordi dov'è il gilet ? sarà 15 anni che non lo metti piu' ,e poi non ti va piu' bene "
Sicuramente è piegato in una di quelle scatole lassù nella cabina armadio, non penso di averlo messo nel sacco della caritas, ma se cosi fosse, avrei fatto una cosa piu' che dignitosa, sta il fatto che il mio coniuge ogni tanto salta su con queste novità,tempo fa guardando una foto vechia mi disse "mi tiri fuori questo maglione? "devo ancora tirarlo fuori ora, ma mi sa che non lo faro' mai,,ma sono cose vecchie,e poi e' ingrassato, non le vanno bene.
una settimana fa ,mi ha chiesto un gile, un pancioto come lo chiama lui,io ero al lavoro e l'unica cosa che ho risposto e' stata " ma , adesso vuoi che ti dica dov'e il gile?ma non ricordo..e cosi e terminata li , ma lui, il coniuge , quel panciotto lo aveva in mente e sabato sera mi ha detto "riesci per capodanno a cercami quel panciotto " il mio sguardo diceva tutto..
Non ho voglia di cercarlo, non ho voglia di aprire quelle scatole tutte profumate e sistemate per benino che si trovano lassù nella cabina armadio..non ne ho voglia, oggi vado dai cinesi e ne compro uno

domenica 21 dicembre 2008



…l’odore del Natale! quel profumo è rimasto fermo a quattro anni fa.intatto, Natale!
il mio Natale, la Messa di mezzanotte, il presepe, il pranzo di Natale,dove il cappone come da tradizione era al centro della tavola preparata conprecisionee calore, ,l'insalata russa fatta dalla mamma , la bagna cauda con i peperoni, il risotto bianco con il sugo di carne alla piemontese,come solo lei sapeva fare, l'arrosto con patatine al rosmarino, il tramisù ,frutta fresca con frutta secca che sbarazzavamo a gran velocità, lei, la mamma – che gestiva con amore bisogni e desideri di ognuno di noi–provvedeva ad accontentare tutti.

il menu era sempre quello da anni, ma da anni andava bene cosi perchè era il nostro menu seguito da lunghe partite a carte e dai nipoti che giocavano o parlavano in quell'angolo del divano.Ogni tanto si guardava da quella finestra del settimo piano, nevicherà ancora? guardavamo le colline innevate, sembrava un presepio , con le lucine delle case accese, attorno silenzio, nessuno per le vie, solo silenzio
Il Natale di oggi, ricco di colori ,di vetrine luccicantti ,dove nelle vetrine vedi piatti preparati con delizie costose raffinate, ma che non hanno ne il sapore ,ne il profumo del Natale ,sono freddi dentro e fuori.


Natale in famiglia…che oggi non c'e piu', dove stiamo ognuno a casa sua,..poi forse nel pomeriggio un giro la, a salutare mamma e papà.
Buon natale Mamma, Buon Natale Papà


non sapete come fare una corona Natalizia da appendere in casa vostra?
Wreaths ha pensato a voi
e ne ha create parecchie
font Carrol
non chiedetevi piu' se posso, non posso, chissà cosa pensano di me, non sono fine, gli altri non la fanno, non guardatevi piu' attorno se vi guardano, tranquilli, in tempi di recessione e' consentito, non bisogna lasciare nulla, neppure nel piatto, quindi via libera alla scarpetta ,che si faccia casa o al ristorante

sabato 20 dicembre 2008

Esattamente da quando ti insaponi a quando inizi a risciacquarti , devi contare fino a venti, solo cosi avrai le mani perfettamente pulite e se lo dicono i giornali noi ci crediamo


a pensarci bene , sono sempre stata sola, da bambina, da ragazza, da adulta..un perche ci sarà.
bimba mica tanto facile facile, secondogenita, quella che tanto lei e' furba se la cava, quindi tutto fai da te, chiedi mai niente a nessuno e che nessuno ti faccia domande al mattino presto , prima di andare a scuola, rannicchiata in quell'angolino vicino al termosifone, perchè hai freddo, guai a chi cerca d farti cambiare idea su cosa devi mangiare la, dalle suore a mezzogiorno e poi zitta zitta inforchi la bicicletta blu, con la cartela in spalle e te ne vai a scuola , dove mica ti danno pace ,ma tu rendi pan per focaccia, ancora adesso qualcuno ha qualche segnetto sul viso,amici e anche fratello,
ragazza, quella piccola, smilza , carina quanto basta, in mezzo ad una nuvola di bonacce super dotate ,loro sempre attorniate da ragazzi, tu no , solo amici e basta, che frequenti persone ricche,non soloper denaro, ma quelle sopratutto ricche di cuore, che ti danno quell'istruzione e ti fanno capire il bon ton, quando ci vuole e quando non ci vuole, che ti fanno appezzare le cose belle, quelle che per tutta la vita saprai riconoscere, tu che a scuola vai cosi cosi , perchè ti sta antipatico il vicepreside, mica una prof, no, tu punti in alto e cosi vieni anche stangata..ma tu, hai le spalle pesanti, tanto che studiare cose complicate ti piace,incominci a studiare ma non puoi, a casa a lavorare perchè hanno bisogno di te.ma mica ti dai per persa, ti iscrivi ad una scuola privata, studi lingue e poi dai lezioni, perchè ti senti indipendente da tutti
spalle grosse, che ti consento per anni di sopportare da sola molti carichi pesanti,, carichi rivolti indirettamente a te , ma chi ti lasciano uno strascico pesante.
mille amici , mille persone , ne conosci tante , e ne conoscerai ancora, ma sei sempre sola , perchè forse ti piace cosi, ti fai autocritica, ti compiaci, ti elogi ,ti mandi anche a quel paese, mica facile la ragazzina anzi la donna ..ma lei e' cosi rimarrà sempre quella dai pensieri sparsi , che fa , dice, disfa pensa e ripensa in quella testa ,,,

i calzini spaiati..un mistero ancora da scoprire, tempo fa avevo fatto un post su questo , a distanza di un anno mi ritrovo che ho solo accoppiato quattro paia di calzini , gli altri singoli giacciono ancora la, soli e desolati in attesa..
c'è tempo c'è tempo
intando divertitevi a leggere qui

Giovanni Calia

edhelper
limonta

apogeonline
luciadelchiaro
cassetto ariabile
lucabartoli

l
aragionedei fessi

presenza dassenzio

cousin

mercoledì 17 dicembre 2008

mie care donne,,i proverbi la sanno lunga e cosi,la qui presente, ha messo in atto il " chi ha tempo non aspetti tempo "
cosi siamo vissuti due settimane in una cucina che cucina non era piu, mezza sbaraccata perchè,visto i miei impegni piuttosto svariati, mai un giorno lavorativo uguale all'altro, la sottoscritta due settimane fa, in una domenica di nebbia, si alzo' e decise di smontare parte della cucina.
per fortuna che c'era il gentil figliuolo che sbuffando e", ma non puoi farlo fare ai falegnami" ti aiuta a portare oltre quei tre scalini che hai in casa, due colonne della cucina e un mobile a due ante.
Ora, so che direte, il figliuolo aveva ragione, ma pensateci:
se non lo faccio nel giorno che ho piu' ore a disposizione quando lo faccio? i mobili vanno vuotati, puliti e io quelli li ho sistemati nella mia stanzetta dai mille lavori, e sono gia sistemati bene bene da tempo, ho avuto modo di riempirli con calma e come si deve.nei mobili della parte attrezzata della cucina ho lasciato l'indispensabile, vabbe, a volte non si trovava quello, ma dove hai messo i biscotti' e dove sono le tazzine'..ma e' bello cosi, scombussolare il quotidiano,tanto domani sera si ritornrà al tutto lindo, e ordinato ,ma il bello che loro non sanno che cambiero' parte della disposizione della cucina e del suo vecchio contenuto: le tovaglie erano nella parete attrezzata, non saranno piu' li,il forno? ora starà di la, biscotti lato opposto,..e cosi via, ci metteranno un poco a capire e io li guardero' e sentiro' " che vizio che ha tua madre di cambiare tutto! adesso dove trovo olio e aceto? e sorrider0' divertita, pensando che forse ci vorrano alcuni giorni anche per me a ricordare dove ho sposatato questo e quello. ma intanto domani sera mi siederò nella mia nuova cucina, il resto non conta nulla ,,

ps: e il marito,ieri sera alle ore 22.30 che in queste due settimane di trasloco, svuota cassettie armadietti non ha spostato il nulla del nulla, entrando in cucina e vedendomi armata di spugnetta e viacal a pulire le piastrelle , si guarda attornoe dice, ma io dove faccio colazone domani ?

lunedì 15 dicembre 2008





questa Signora addobba cosi la sala della sua casa in occasione delle feste Natalizie
Io non amo molto il fru fru,il tutto sweet,il candy e tutto quello che fa trash ..ma questa e' un apoteosi di leggerezza e frivolezza che mi piace ...


POTETE ANCHE CHIAMARLO ALBERO DI NATALE ....MA NON E' FINITO

questo e davvero un dolce coi fiocchi
font Kuidaore

domenica 14 dicembre 2008